0 articoli nel tuo carrello

Cose da Vedere




Il David di Michelangelo all'Accademia di Firenze

L’opera che viene considerata l’ideale perfetto di figura maschile è sicuramente il David di Michelangelo, realizzato intorno al 1501 e il 1504, oggi esposta alla Galleria dell'Accademia di Firenze.

Il David è l’opera di maggior successo di Michelangelo. E’ una scultura in marmo databile tra il 1501 e il 1504 e conservata all’interno della Galleria dell’Accademia.

E’ da sempre ritenuto l’ideale perfetto di figura maschile nell’arte, rappresentato l’eroe biblico nel momento in cui si appresta ad uccidere Golia. Originariamente era posto in Piazza della Signoria come simbolo della repubblica fiorentina, vittoriosa contro i nemici.

Nel 1501 venne commissionata a Michelangelo una scultura di Re Davide da conservare all’interno della Basilica di Santa Maria del Fiore. L’inizio dei lavori risale a settembre dello stesso anno, dove lo scultore fece costruire un recinto di tavole attorno alla statua per proteggerla da occhi indiscreti e non svelare niente della sua realizzazione.

Il David, al contrario di quello di Donatello e di Verrocchio, non viene rappresentato con la testa di Golia ai suoi piedi ma prima dello scontro, con una visibile tensione psicologica. L’opera viene rappresentata nuda come altre statue religiose realizzate dall’artista. Una volta terminata l’opera si appurò che il risultato superava di gran lunga le aspettative e non era quindi più adatto al Duomo. Si pensò di ubicarlo in Piazza dei Priori, il cuore della vita politica fiorentina trasferendo così il valore simbolico della statua da un contesto religioso a uno civico e politico. Il David simboleggia il giusto, colui che armato di una sola fionda riesce a sconfiggere il terribile Golia. L’immagine rappresenta, quindi, il bene che trionfa sul male. La miglior rappresentazione di un governo appena fondato. Si optò, infine, per una collocazione di massimo risalto, dominante di fronte a Palazzo Vecchio.

Nel 1512 una saetta colpì il basamento della statua che preoccupò per possibili cedimenti, con la seconda cacciata dei Medici da Firenze il David venne colpito da pietre, tegole e mobili e inevitabilmente riportò dei danni notevoli.

Nel 1813 venne incaricato lo scultore Aristodemo Costoli di ricostruire il dito medio della mano destra, l’artista usò la tecnica più in voga di quel periodo levigando il marmo con l’acido cloridrico, lavorazione che si rivelò nei secoli successivi distruttiva per il materiale.

Nel 1872 viste le condizioni precarie di conservazione si decise per lo spostamento della statua all’interno della Galleria dell’Accademia, dove è possibili visitarlo tutt’oggi.

Per partecipare ad un tour e ammirare il David di Michelangelo con una guida esperta contatta il nostro ufficio informazioni e prenotazioni al numero 055/2670402 oppure clicca QUI
. 



SERVIZIO CLIENTI

Biglietti Musei Prenotazione

I tour guidati più richiesti

VISITARE GLI UFFIZI

Tour con guida Privata - Esclusivo!